Associazione Giovanni Testori

Contenuti

Visita guidata a Villa Panza e alla mostra di Van Gogh

Con settembre riprendono le visite guidate organizzate da Casa Testori

sabato 13 settembre 2014 ore 10.00
visita guidata alla mostra AISTHESIS - All'origine delle sensazioni  
con Anna Bernardini, direttrice di Villa Panza, e Giuseppe Frangi, presidente dell'Associazione Testori
costo 20 euro prenotazione obbligatoira entro martedì 9 settembre

All'origine delle sensazioni a Villa Panza
Visita guidata alla mostra di Robert Irwin e James Turrell
L'arte come esperienza, in una mostra che non è da vedere, ma da sentire. "Tracce", in collaborazione con

»

Casa Testori Associazione Culturale, invita i suoi lettori a Villa Panza (Varese) per una visita guidata esclusiva.

Il FAI - Fondo Ambiente Italiano celebra il genio di Robert Irwin e James Turrell, straordinari artisti californiani, esponenti dell'Arte ambientale e della percezione, dedicando loro una grande mostra: AISTHESIS - All'origine delle sensazioni. Un'esperienza percettiva unica, dove i confini dello spazio e della luce si confondono e si annullano.

Oltre alle opere storiche, in mostra due progetti  realizzati appositamente da Irwin e Turrell

»

per la mostra, in cui l'emozione tocca il suo apice nel Ganzfeld "Sight Unseen" di James Turrell, che trasforma la Scuderia Grande in un paesaggio senza orizzonti, mentre "Varese Scrim", il progetto di Robert Irwin per la Limonaia, crea un labirinto di emozioni modellato dalla luce naturale.

Domenica 26 ottobre, ore 18
Giovedi 18 dicembre 2014, ore 21

La visita di giovedì 23 ottobre, per motivi organizzativi è stata spostata a domenica 26 ottobre alle ore 18    

Visita guidata alla mostra  Van Gogh, l'uomo e la terra
con Giuseppe Frangi
posti limitati

»


costo 25 euro/20 euro per i soci 

La mostra presenta una lettura dell’opera dell’artista del tutto inedita e si focalizza sulle tematiche legate a Expo 2015: la terra e i suoi frutti, l’uomo al centro del mondo reale, la vita rurale e agreste così strettamente legata al ciclo delle stagioni. In un’epoca in cui la maggior parte degli artisti rivolgeva lo sguardo al paesaggio urbano, frutto dell’industrializzazione europea della fine del XIX secolo – come accadeva appunto per i neoimpressionisti Seurat e Signac – Van Gogh sposta la

»

sua attenzione verso il paesaggio rurale e il mondo contadino, ritenendo la vita semplice della campagna un soggetto di una nobile e sacra accezione, e i lavoratori della terra figure eroiche e gloriose.

La vita e le mansioni della tradizione agreste diventano per lui materia di studio: dai primi disegni realizzati in Olanda fino agli ultimi capolavori dipinti nei pressi di Arles, Van Gogh esprime la propria affinità verso gli umili, immedesimandosi con loro e rappresentando il loro dignitoso contegno.


per prenotazione a info@casatestori.it o chiamando

»

al 02/36589697