Associazione Giovanni Testori

Contenuti

Torna a teatro: sdisOre'

Ferdinando Bruni in Sdisoré di Giovanni Testori, regia di Francesco Frongia, musiche originali di Filippo Del Corno, fisarmonica Fabio Barovero Teatro dell'Elfo dal 19/5/04 al 6/6/04

 "Il mio Oreste è la tragedia della vendetta che non placa, dell’ordine ristabilito che non pacifica. Di fronte alla città che gli offre il perdono sociale, Oreste rifiuta questo ritorno alla normalità, questo metter a tacere la coscienza attraverso il ricatto. Ben altri sono i perdoni, le riconciliazioni che attende: Il rematore della mia barca, non è ancora

»

venuto, dice alludendo a un Messia lontano ma presente".

G.Testori

Nel 1991 Testori da alla luce sdisOrè, una rivisitazione dell'Oreste, scritta per Franco Branciaroli e da lui interpretata, nell'ottobre dello stesso anno, al Teatro Goldoni di Venezia, grazie alla volontà di Giorgio Gaber. Si trattava della seconda tappa della Branciatrilogia seconda e dell'ultima opera testoriana messa in scena da Branciaroli. Di lì a pochi mesi la malattia avrebbe impedito a Testori di concludere la stessa trilogia e, proprio per le poche repliche veneziane,

»

non erano in molti a ricordare questo testo finale dello scrittore.

Il ritorno di sdisOrè, in piene celebrazioni testoriane, ha avuto perciò il sapore di una gran bella scoperta: merito di un testo particolarissimo, della bravura di Ferdinando Bruni e dell’innovativa, comica e insieme struggente regia di Francesco Frongia.

Info:

TEATRO DELL'ELFO, via Ciro Menotti 11 tel. 02.71.67.91

www.elfo.org

info@elfo.org

Vai alla recensione di Maurizio Crippa